Seconda casa in montagna: la situazione del mercato immobiliare in Valle D’Aosta, Piemonte, Trentino Alto-Adige e Veneto

13 Dic 2016

Seconda casa in montagna: la situazione del mercato immobiliare in Valle D’Aosta, Piemonte, Trentino Alto-Adige e Veneto

Nella prima parte del 2016 il mercato immobiliare della seconda casa in montagna segnala ancora una leggera contrazione, registrando un -1,2% nei primi sei mesi del 2016. Ma le compravendite sembrano essere in ripresa ed è tornata la volontà di acquisto anche tra gli investitori. A dirlo l’analisi del nostro ufficio studi , che fotografa la situazione regione per regione.

Chi cerca la casa in montagna si orienta sempre su piccoli tagli in buono stato e difficilmente destina un budget superiore a 300 mila euro, a meno che non desideri acquistare una soluzione indipendente. Fondamentale la vicinanza alle piste e a zone servite. La panoramicità, così come un piccolo spazio esterno, sono elementi molto apprezzati soprattutto da chi poi utilizza l’abitazione anche d’estate.

Dall’analisi sociodemografica realizzata sulle varie compravendite emerge che l’acquirente tipo di casa vacanza in montagna ha un’età compresa tra 35 e 54 anni (72,4%) ed è coniugato (74,8%). Acquista prevalentemente bilocali (32,2%), seguiti dai trilocali (23,9%). Solo nel 22,6% dei casi fa mutuo.

Il mercato delle locazioni invernali è molto legato alle previsioni meteo e alla presenza della neve. Dopo un 2015 caratterizzato da poca neve, le prospettive per il 2016 sembrano migliori. Alcuni impianti a fine novembre erano già aperti (in Trentino e in Val d’Aosta)  e per questo è già iniziata la ricerca della casa in affitto per la stagione invernale.

Editor

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.